sabato 29 aprile 2017

Torta cioccolato e riso soffiato

Questa volta ho temuto di non ruscire a realizzare la ricetta per il gioco dello scambioricette tra bloggalline ... in questi ultimi giorni non sono stata molto bene e il pensiero di mettermi a cucinare mi faceva stare ancora peggio, per fortuna tra antibiotico e sciroppo adesso mi sento un po' meglio e ho potuto realizzare questa golosa torta!

Questo mese sono stata abbinata a Barbara del blog Un giorno senza fretta, un bel diario dove trovare davvero tanti spunti e infatti io ho cambiato ricetta non so quante volte ... poi alla fine ha prevalso la scelta di una ricetta al cioccolato, non solo perchè sarebbe stata apprezzata a casa, ma anche per smaltire la cioccolata delle uova di Pasqua! Ebbene sì anche quest'anno siamo sommersi ... i bimbi, se non ricordo male, hanno ricevuto 16 uova ... ma vogliamo parlare dell'uovo da 8kg che ho vinto io?

Ecco quindi una ricetta per iniziare a smaltire tutta questa cioccolata!


Torta al cioccolato e riso soffiato

Ingredienti per una tortiera da 24 cm:
3 uova
 150 g di zucchero
180 g di farina
50 g di cacao
50 g di burro
100 g di cioccolata fondente
mezza bustina di lievito per dolci

Per la copertura:
200 g di cioccolata fondente
25 g di burro
50 g di riso soffiato

 Montare le uova con lo zucchero per una decina di minuti finchè non otterremo un composto chiaro e spumoso. Nel frattempo spezzettare il cioccolato fondente e scioglierlo (a bagnomaria o in microonde) con il burro.

Setacciare la farina con il cacao e il lievito per dolci, aggiungerlo delicatamente al composto di uova e zucchero e infine aggiungere il cioccolato sciolto e intiepidito.


Rivestire una tortiera da 24 cm con carta forno, versarci il composto e infornare in forno caldo a 180°C lasciando cuocere per circa mezz'ora. Fare la prova stecchino prima di sfornare.


Appena sforniamo la torta prepariamo la copertura con il riso soffiato. Per prima cosa sciogliamo 50 gr di cioccolato e spalmiamolo sulla torta in modo da fare da "collante" con il riso soffiato che andremo ad adagiare sopra.



Sciogliere il restante cioccolato con il burro, non appena sarà pronto aggiungere il riso soffiato, amalgamare bene e versarlo sulla torta. Livellarlo bene, lasciar raffreddare e poi sformare il dolce.
Se volete potete aggiungere della panna montata come nella proposta di Barbara.


... per lo scambio ricette questo mese dal mio blog è stata scelta la ricetta dei Muffins al cioccolato, basilico e pepe, reinterpretati da Giulia nel suo blog "Kappa in Cucina"


***

martedì 28 marzo 2017

Fregola con ceci e cavolo nero

Un mese di assenza! Stare dietro al blog diventa sempre più difficile, eppure preparo tante ricette, le fotografo, ma poi restano per mesi archiviate nel pc! 

Prima che arrivi la bella stagione volevo condividere con voi questo ottimo comfort food ... una calda coccola per scaldare queste ultime serate invernali.

Le ricetta nasce per puro caso, tempo fa attratta da prodotti conosciuti, ma mai provati, ho acquistato la fregola che per diverso tempo è rimasta sullo scaffale in cantina finchè girovagando qua e là sul web ho avuto l'ispirazione.


Fregola con ceci e cavolo nero
Ingredienti per 4 persone:
350 gr  di cavolo nero (pesato a crudo)
150 gr di fregola sarda
200 gr di ceci già lessato
1 litro di brodo vegetale
1 costa di sedano
1 carota
mezzo porro
1 rametto di rosmarino
olio extravergine di oliva
sale e pepe


Per prima cosa preparare il brodo vegetale, per velocità io ho optato per realizzarlo con il dado vegetale. Nel frattempo pulire il cavolo nero e farlo lessare in abbondante acqua salata per circa 5 minuti o finchè non risulterà tenero, scolarlo e tagliarlo a listarelle.
Versare in una pentola tre/quattro cucchiai di olio extravergine d'oliva e farvi soffriggere la carota tagliata a rondelle, il sedano e il porro tagliati a pezzettini e il rosmarino, non appena saranno dorati aggiungere un cucchiaio di brodo caldo e continuare la cottura per circa 5 minuti.


A questo punto versare la fregola e due terzi del brodo vegetale, lasciar cuocere per una decina di minuti. Aggiungere poi il cavolo nero tagliato a listarelle e i ceci scolati e sciacquati dal loro liquido di conservazione. Cuocere per ulteriori 10 minuti. Servire la fregola cospargendo la superficie con olio extravergine d'oliva e pepe ( a piacere si può aggiungere anche il parmigiano grattugiato).

.
.
.


martedì 28 febbraio 2017

Ciambellone di Carnevale (Angel Cake)

 Ricetta del 12/02/13

Con la giornata di oggi, martedì grasso, finisce il carnevale e per festeggiare ho dato una veste carnevalesca al nostro ciambellone da colazione. Dopo l'esperimento esaltante della Chiffon Cake fatto con lo stampo di Lucia non ho potuto fare a meno di comprami subito la teglia e per non rifare la stessa ricetta ho pensato di realizzare un altro classico della cucina americana l'Angel Cake

Questo dolce è famoso per essere leggerissimo e pressocchè privo di grassi visto che si prepara solo con gli albumi, e proprio per questo ha un colore biancastro che ben si presta ad essere colorato. L'unico difetto di questo dolce è che di albumi ne servono proprio tanti quindi vi consiglio di prepararla quando li avrete a disposizione (si possono conservare congelati e porzionati nelle vaschette del ghiaccio) altrimenti potrete comprarli direttamente in brick.

La ricetta che vi propongo è quella del maestro Luca Montersino (un nome una garanzia!)

  
Angel Cake di Carnevale

Ingedienti:
500 gr di albumi d'uovo
280 gr di zucchero semolato
 210 gr di farina
8 gr di cremor tartaro
210 gr di zucchero semolato
buccia grattugiata di 1 limone
un cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale 
coloranti alimentari in gel
.
Mettere nella ciotola della planetaria gli albumi con i 280 gr di zucchero, iniziare a montare il composto finchè gli albumi non saranno montati a neve fermissima.


In una ciotola mescolare la farina setacciata, il cremor tartaro e la scorza di limone grattugiato.
Dividere gli ingredienti secchi in 6 ciotoline, aggiungere poi in ogni ciotolina 2/3 cucchiai di albumi montati e il colorante in gel. Mescolare bene. In questo coloreremo solo una piccola parte di albumi che poi riusciremo a mescolare al resto degli albumi evitando di maneggiarli troppo.

 
 Unire i restanti albumi ai vari composti colorati, mescolare delicatamente con una spatola dall'alto verso il basso per non smontare gli albumi.
 Versare i composti uno sopra l'altro nello stampo apposito senza imburrarlo o infarinarlo**.


Cuocere in forno caldo a 170° per circa 40 minuti, facendo la prova stecchino prima di sfornare.
Una volta tolto dal forno procedere come per la chiffon cake capovolgendo lo stampo e appoggiandolo sul collo di una bottiglia. 


Far raffreddare il dolce per un'oretta e poi estrarlo ***.

Un'esplosione di colori!



** Se non avete lo stampo apposito si può usare una qualsiasi teglia antiaderente e capovolgerla su bicchieri rovesciati posti intorno allo stampo oppure una classica teglia senza effettuare l'operazione del capovolgimento, perderà un po' di sofficità, ma sarà ottima lo stesso.
 *** Se lo stampo ha il fondo estraibile basterà fare un po' di pressione altrimenti usare una spatola per staccare il dolce dalle pareti.

lunedì 27 febbraio 2017

Ciambella alla panna calda (una hot whipped cream sponge cake?)

Come ormai avrete capito la colazione con una bella ciambella fatta in casa è tra le mie preferite, e siccome amo sperimentare, sono sempre alla ricerca di nuove ricette. Lo spunto per una nuova ciambella arriva dallo scambioricette, il gioco delle bloggalline che mi permette di conoscere ogni mese una nuova blogger, questo mese sono stata abbinata a Marta e al suo bel blog "Che dolce fai?" ... bhè io faccio la Hot milk sponge cake ovvero la torta al latte caldo, ma siccome un'altra cosa che amo fare è utilizzare ciò che avanza ecco che con la panna da finire che avevo in frigo ho realizzato una ciambella alla panna calda.

Vi assicuro che questa ciambella è una nuvola, super soffice, morbida e profumata ... irresistibile!


Ciambella alla panna calda

Ingredienti per una tortiera da 24 cm:
4 uova
220g zucchero semolato
160 ml di panna
 220g farina
80g burro
 8g lievito in polvere
un cucchiaino di estratto di vaniglia
un pizzico di sale

 Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, lavorare per circa 15 minuti finchè il composto non diventa chiaro e spumoso triplicando circa la massa iniziale.
Nel frattempo sciogliere in un pentolino il burro insieme alla panna e alla vaniglia.


  Setacciare la farina con il lievito ed uniteli alla massa con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Mescolare qualche cucchiaio di impasto con la panna calda, poi unire tutto all’impasto base, mescolando delicatamente.


Imburrare e infarinare una teglia da 22 cm di diametro e versarvi l’impasto.
Infornare in forno statico per 30 minuti a 170°.


Una nuovola di morbidezza che conquisterà tutta la famiglia!


Grazie ancora a Marta per questa ricetta che ci ha fatto fare delle ottime colazioni (e merende!) e grazie a Roberta del blog "L'angolo cottura di Roby" che lo scorso mese ha realizzato dal mio blog il Pane semplice con esubero di pasta madre.


venerdì 24 febbraio 2017

Crema di nocciola e cioccolato - Cakes Lab

Eccoci arrivati a fine mese ed eccomi con un'altra golosa ricetta tratta da "Il piccolo libro del Chocolat" che, con le amiche del Cakes Lab, mi ha tenuto compagnia per questo mese. Era da tanto che volevo provare la ricetta di una crema spalmabile e finalmente è arrivata l'occasione.

La ricetta prevede l'utilizzo o del cioccolato fondente o di quello al latte, io ho optato per la versione fondente, ma credo che utilizzando il cioccolato al latte si ottenga un gusto più delicato!


Crema di nocciola e cioccolato
Ingredienti per un vasetto da 125 gr:
75 gr di nocciole, tostate e pelate
37 gr di zucchero a velo
125 gr di cioccolato fondente o al latte, rotto in pezzetti regolari
 12 gr di burro
50 ml di panna
un pizzico di sale

Ponete le nocciole in un mixer e passatele finchè non sono tritate finissime. Aggiungete lo zucchero a velo e mescolate. Scaldate il cioccolato, il burro e la panna a bagnomaria finchè non sono fusi in modo omogeneo, uniteli nel mixer alle nocciole tritate con lo zucchero a velo, insieme con un pizzico di sale, e amalgamate finchè il composto non è omogeneo.


Ponete un vasetto di vetro pulito, con il coperchio accanto, su una piastra da forno e mettetelo in forno a 140° per 20 minuti in modo da sterilizzarlo. Il vasetto può essere sterilizzato anche con un lavaggio molto caldo nella lavastoviglie.


Trasferite la crema di cioccolato nel vasetto e lasciate raffreddare. Migliore se usata a temperatura ambiente, perchè si spalma più facilmente, va però conservata in frigorifero.


NOTE:
La crema di nocciole e cioccolato è facile e veloce da realizzare, si sente un buon gusto e profumo di nocciole, ma è un po' troppo cioccolatosa, soprattutto se in versione fondente. Purtroppo conservata in frigo diventa durissima, necessita di una passata in microonde per poter essere spalmata. Mi aspettavo meglio!



venerdì 10 febbraio 2017

Dolce al cioccolato senza farina di Joséphine - San Valentino - Cakes Lab

Mancano pochi giorni a San Valentino 💘 ed io sono riuscita a fare una torta a tema! Per ogni ricorrenza ho sempre tante idee, poi o non riesco a realizzarle o mi ricordo all'ultimo minuto e quindi trovo sempre fuori luogo pubblicarle sul blog ... ma stavolta complice il Cakes Lab sono riuscita ad arrivare in tempo!

Questo mese stiamo testato "Il piccolo libro di Chocolat" di Joanne Harris e ovviamente da amante del cioccolato non potevo che essere contenta della scelta, quando ho visto questa ricetta è stato amore a prima vista e ho subito pensato che una teglia a cuore l'avrebbe resa perfetta per la festa degli innamorati ...


Dolce al cioccolato senza farina di Joséphine
Ingredienti per una teglia da 20 cm:
burro per ungere lo stampo
300 gr di cioccolato fondente, rotto in pezzetti regolari
200 gr di burro
6 uova, i tuorli separati dagli albumi
200 gr di zucchero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Guarnizione:
200 ml di crème fraiche (panna acida)
225 gr di lamponi

Scaldate il forno a 180°. Imburrate una teglia antiaderente a bordo staccabile da 20 cm e foderatela con carta forno.


Fondete il cioccolato e il burro a bagnomaria. Montate gli albumi a neve ferma e poi, in una ciotola separata, sbattete i tuorli e lo zucchero in una crema leggera. Unite il cioccolato fuso e l'estratto di vaniglia e amalgamate. Aggiungete questo composto agli albumi e sbattete fino ad ottenere un composto uniforme.


Versate nella teglia e cuocete al centro del forno per 45 minuti. Togliete dal forno, fate raffreddareper 5 minuti, poi togliete con cura la torta dallo stampo. (In questa fase, il dolce potrebbe afflosciarsi e incrinarsi, ma è normale ... e poi lo ricoprirete di lamponi e panna). Lasciate raffreddare completamente, quindi cospargete la superficie con la crème fraiche senza distribuirla in modo uniforme e completate con una manciata di lamponi freschi.


NOTE:
io credo che di questo dolce si possa dire davvero poco ... si prepara velocemente ed è una bontà ... una crosticina croccante con un cuore morbido, tutto super goloso! La panna acida contrasta benissimo il dolce della torta e il lampone col suo gusto dolce/acido si accosta perfettamente al cioccolato. Se non amate la panna acida potete provare lo yogurt greco, oppure questa torta è perfetta anche solo con una spolverata di zucchero a velo. Da provare assolutamente!





lunedì 6 febbraio 2017

Chiacchiere di carnevale

Febbraio non è solo il mese di San Valentino, ma per chi come me ha bimbi piccoli Febbraio è il mese del Carnevale! E così ho approfittato dell'appuntamento mensile dello scambioricette delle bloggalline per andare a cercare nel blog di Pianeta Cucina e i suoi satelli una ricetta che facesse al caso mio. Fate un giro in questo bellissimo blog che coinvolge tutta la famiglia, Lulù la chef, Vale la chiacchierona, Ketty la pasticcera e Mario (l'assaggiatore?) ... troverete sicuramente l'angolino che fa per voi.

... ah dimenticavo ... ho scelto la ricetta delle chiacchere (o frappe o cenci o come li chiamate voi!) che per me sono il vero dolce del Carnevale. Del risultato sono stata estremamente soddisfatta, belle croccanti, asciutte e gonfie al punto giusto ... da mangiare una dietro l'altra!


Chiacchiere di Carnevale

Ingredienti:
350 gr di farina manitoba (per rendere il fritto croccante ed asciutto ) 
150 gr di farina 00 
60 gr di zucchero semolato 
60 gr di burro morbido 
175 gr di uova (circa 3 uova medie ) 
5 gr di sale fino 
50 g di brandy (l’alcool serve per far gonfiare in cottura il fritto) 
la buccia grattugiata di un limone non trattato 

Mettere nella ciotola della planetaria la farina setacciata, creare un buco al centro e inserirvi lo zucchero, il burro morbido, lo zucchero, le uova, il sale, il brandy e la buccia grattugiata di limone. Azionare la planetaria con il gancio impastatore e lavorare finchè non si ottiene una massa omogenea, coprire con la pellicola trasparente e lasciar riposare per circa un'ora.


Trascorso il tempo di riposo stendere l'impasto in una sfoglia sottilissima, io ho utilizzato la sfogliatrice al penultimo livello, ricavare dei rettangoli (o la forma che preferite) con una rotella tagliapasta dentellata e inciderli al centro.


In una padella scaldare l'olio di semi e portarlo ad una temperatura di circa 180°. Cuocere le chiacchiare fino a leggera doratura da entrambi i lati. Scolarle su carta assorbente e non appena si raffreddano cospargerle con abbondante zucchero a velo.


Grazie ancora a Ketty per questa fantastica ricetta (che è del maestro Igino Massari) ... queste chiacchiere sono facilissime e il risultato è ottimo, che aspettate a provarle?